CARTA DEI VALORI

La politica deve essere al servizio di tutte le cittadine e cittadini, si fonda su valori condivisi e agisce con responsabilità operando scelte per il bene comune.

La politica è l’arte di coniugare la visione ideale con il mondo del realizzabile. In questo modello politico le comunità sono protagoniste. Ci proponiamo come forza aperta al cambiamento, impermeabile a interessi PERSONALISTICI.

Ci riconosciamo nei principi che sono alla base della Costituzione Italiana al fine di perseguire una realtà politica democratica, libera, inclusiva, moderna e attiva.

Centralità delle persone

La politica, da noi intesa, ha come fine la ricerca del bene comune. Essa rappresenta la più alta e nobile espressione sociale dell’uomo. La politica è chiamata a guidare la comunità con trasparenza, responsabilità e senso dello Stato.

Le cittadine e i cittadini, la comunità, le istituzioni sono promotori di proposte concrete. La politica è l’ambito in cui si dialoga e ci si confronta su idee differenti per il bene collettivo, l’ambito in cui si  promuove l’attivismo e la partecipazione di tutte le forze sociali e individuali, al di là delle ideologie che muovono i vecchi apparati partitici tradizionali.

Le persone rappresentano il fine dell’agire politico. La dignità dei cittadini e la piena realizzazione dei diritti umani sono valori imprescindibili.

Uguaglianza e sussidiarietà

L’incontro delle idee e delle culture differenti rappresenta un processo costruttivo in grado di favorire lo sviluppo della società.

Ci unisce la volontà di rilanciare il processo di integrazione per una rinnovata comunità federale europea capace di affermare la sovranità del cittadino a tutti i livelli istituzionali.

La cittadinanza attiva, libera e partecipe, finalizzata al perseguimento del bene comune è un diritto inalienabile che va tutelato e garantito. Il principio di sussidiarietà sta alla base del decentramento. Le persone e le comunità hanno il diritto di realizzare ciò che possono grazie alla loro libera iniziativa.

Etica e legalità

L’ETICA INSIEME AL PRINCIPIO DI legalità SONO COMPONENTI imprescindibili PER una politica seria, onesta ed in grado di assumersi la responsabilità morale di rappresentanza della cittadinanza senza perdere mai di vista la volontà di riconoscere e rispettare i diritti altrui.

Laicità

La politica è autonoma rispetto alle autorità economiche e culturali. La società e i cittadini sono liberi di autodeterminarsi con le proprie scelte in ogni ambito dell’espressione umana e nel rispetto della libertà altrui, secondo le leggi di uno Stato di Diritto laico, includente, aperto a contributi ideali provenienti dalle molteplicità della società.

 

Tutela dell’ambiente: La politica deve essere attenta e rispettosa dell’ambiente e delle persone che lo vivono, deve garantire la qualità ambientale e promuovere azioni di rigenerazione urbana, ATTRAVERSO LA mobilità sostenibile e L’innovazione tecnologica. Uno sguardo nuovo deve caratterizzare una politica ambientale che guardi alla terra come “oikos”, una casa comune e Madre. Come tale va non solo tutelata ma considerata parte fondamentale nelle politiche economiche, ritenendo la sostenibilità essenziale nel ciclo vitale che crea l’armonia tra gli esseri viventi, noi umani in primis. La Terra va amata e considerata fonte e sostegno della vita, non un mero e semplice serbatoio di risorse.

Promozione della bellezza e della cultura: consapevoli che l’Italia è una nazione il cui patrimonio culturale è costituito dalla sua storia millenaria, dai beni artistici, dall’armonica simmetria degli edifici monumentali e dei suoi borghi, dalla qualità paesaggistica, dai nomi illustri che hanno reso celebre la sua poesia, la letteratura, la musica, la pittura, l’arte, la scienza e l’architettura, ci impegniamo a promuovere e a tutelare in ogni sua forma e azione la bellezza, la cultura e la storia d’Italia. Ci impegniamo a difendere e a dare impulso alle sue numerose ed eterogenee eccellenze territoriali, sostenendo e promuovendo i beni materiali e immateriali che fanno dell’Italia una terra di bellezza e di cultura.

Esperienza amministrativa e cittadinanza attiva: ciò che lega la parola data ai fatti, o l’idea di un prodotto alla qualità del prodotto finito, sono l’esperienza e la competenza. L’esperienza è la conoscenza della materia acquisita sul campo, la competenza è l’arte di orientarsi nel mondo attraverso l’esperienza. Entrambe, legate all’arte politica, contribuiscono a formare buoni amministratori e cittadini attivi. L’Italia ha bisogno di guide esperte e competenti, mentre la politica ha bisogno di merito e di qualità. Per questo il nostro agire si baserà sempre sulla competenza e non sul favoritismo, sulla capacità dell’individuo e non sul clientelismo.

Territorialità e autonomia: L’Italia è una e indivisibile, ma riteniamo l’autonomia dei territori, unita alle peculiarità degli stessi, un elemento di forza e non di debolezza. L’Italia deve saper fare quadrato attorno ai territori, alle loro caratteristiche e tipicità, tutelando e promuovendo le eccellenze. Al tempo stesso i singoli territori devono saper fare squadra, nella consapevolezza che le differenze arricchiscono e impreziosiscono, ma l’unione delle energie e delle forze è il vero motore dello sviluppo economico e sociale del Paese.

Europeismo: l’Europa è la casa di tutti noi, figli di popoli e culture diverse, culla della nostra civiltà. Essere cittadini europei significa marciare uniti verso ideali di libertà, uguaglianza e fratellanza. Non può esistere un’Europa senza nazioni, sarebbe una scatola vuota delimitata solo da confini geografici, ma non possono coesistere nazioni senza Europa, che dei singoli Stati rappresenta l’anima. Il perimetro dell’Europa non è delimitato soltanto da confini geografici naturali, ma dal suo umanesimo e dalla sua storia, dal suo passato e dalla direzione che gli europei tracciano nel suo presente. L’Europa è un continente, un’alleanza, un crogiolo di diversità, una famiglia.

Rifiuto dei totalitarismi

Condanniamo e contrastiamo concretamente ogni politica, ideologia, azione di natura totalitaria, antidemocratica, illiberale, irrispettosa delle diversità, delle libere scelte individuali e in contrapposizione allo Stato di Diritto, democratico e laico.

Siamo convinti che il realismo basato sulle idee, sulla creatività, sulla conoscenza e l’intelligenza collettiva debba vincere sulle ideologie che distolgono l’attenzione dagli interessi reali dei cittadini per alimentare gli interessi dei professionisti della paura.

 Continua a leggere sul sito di Italia in Comune